Giovani & LAVORO – Sintesi della tavola rotonda con Gigi Petteni, Mario Locatelli e Giorgio Lanzi

La rassegna “Giovani e Lavoro” si è conclusa martedì scorso presso il teatro parrocchiale Agorà con una tavola rotonda coordinata dal prof. Giorgio Lanzi, consigliere ACLI, docente Referente della Consulta provinciale degli studenti presso l’Ufficio Scolastico di Bergamo.

Sono intervenuti:

il dott. Mario Locatelli, imprenditore di Mozzo

il sig. Petteni Gigi, segretario generale CISL Lombardia

Gigi Petteni – Giorgio Lanzi – Mario Locatelli – don Giulio Albani

Giorgio Lanzi

I temi su cui i giovani sono chiamati a dare il proprio contributo sono alti. Il prof Lanzi li elenca:

la cittadinanza
la legalità
la meritocrazia
la mondialità
l’intraprendenza
il protagonismo

Mario Locatelli

Ma possiamo contare su alcuni punti di forza presenti in Italia: una solida realtà locale che tiene in piedi il paese con le sue imprese, le associazioni, gli oratori, il volontariato.

Tutto ciò è una palestra di vita per i giovani.

E’ necessario quindi partire proprio dalla realtà locale per promuovere iniziative fra chi ha lavoro e chi non l’ha. Le molte e preziose esperienze vanno messe in rete.

Va riproposto inoltre un vero apprendistato qualitativo.

Il dott. Locatelli mette in guardia dai rischi del “protagonismo virtuale” che porta i giovani ad essere attivi solo virtualmente, è necessario invece un maggior legame con la realtà.

D’altro canto l’Italia non ha dimostrato di avere strumenti per affrontare le emergenze (il cosiddetto “piano B”) e viene chiesto ai giovani di affrontare un mondo che nemmeno gli adulti sanno affrontare.

Nascerà da qui un nuovo patto sociale?

Gigi Petteni

La sfida è impegnativa ed è necessario assolutamente tenere insieme due esigenze: far ripartire l’economia ma rispettare le richieste delle rappresentanze delle parti sociali.

La crisi ci interroga: il lavoro non è solo reddito, è relazione, realizzazione, opera creatrice. Dobbiamo ripartire da qui, dal lavoratore, e dal lavoratore che ancora non è inserito nel mondo del lavoro.

Non confondiamo, dice, diritti con tutele. I diritti sono imprescindibili, solo le tutele sono oggetto di contrattazione.

Ringraziamo quanti sono intervenuti, relatori ed ascoltatori.

Nelle tre serate abbiamo affrontato temi avvincenti e, per certi versi provocatori.

Ora tocca noi far tesoro di quanto ascoltato e agire.

Ma, in questa sfida, non possiamo e non vogliamo essere soli.

Ricordiamo che la sede ACLI è aperta a tutti!

02/04/2012           Giuditta Chiesa

Per chi non ha potuto partecipare, potete acoltare di seguito gli argomenti trattati dalla viva voce dei partecipanti alla tavola rotonda:

BUON ASCOLTO !!!

________________________________________________________________________________________________________________

Ti piaciuto questo articolo? Perch non lasci un commento e continui la discussione, oppure iscriviti ai feed e riceverai gli articoli sul tuo feed reader.

Commenti

Ancora nessun commento.

Pubblica commento

(obbligatorio)

(richiesta)